Informazioni generali

I parenti di un defunto inumato o tumulato in uno dei cimiteri del territorio comunale, possono fare richiesta, una volta eseguita la posa della lapide con relativa iscrizione, per l'allacciamento all’illuminazione votiva.

Quest'ultima dovrà essere collocata tassativamente su porta lampada, escludendo la realizzazione di lampade a led incassate nel marmo; inoltre, qualora l’utente dovesse sostituire la luce votiva esistente con una nuova a tecnologia a led, quand’anche alimentata a batteria, la stessa dovrà essere comunque di luce bianca, escludendo le lampadine colorate.

La domanda di allacciamento va depositata presso l'ufficio protocollo del Comune di Piazzola sul Brenta.

In caso di decesso del titolare della luce votiva deve essere richiesto un subentro con l'indicazione del nominativo del nuovo titolare dell'allaciamento della luce votiva. Analoga procedura va eseguita anche nel caso di subentro nel contratto di luce votiva tra viventi. In questo caso è previsto l'assenso sia del vecchio titolare che del nuovo.

Tempi

Solo una volta effettuata l'iscrizione su lapide / lastra loculo.

Costi

  • 16 € una tantum per l'allacciamento (più € 18 per il rinnovo annuale)

A chi rivolgersi

Telefono:

0499697937

Email:

protocollo@comune.piazzola.pd.it

Ultimo aggiornamento:

28/04/2023
Approfondimenti

Normativa:

Documentazione da presentare

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Anagrafe - Servizi demografici (Responsabile: Fortin Paolo)

Responsabile del procedimento:

Dettagli Procedimento

Modalità avvio:

Ad istanza dell'interessato

Strumenti di tutela riconosciuti dalla legge:

L. 241/1990 (in particolare artt. 2 e 25)

Rilevanza SUAP:

No