Informazioni generali

Qualsiasi occupazione di spazi e di aree pubbliche, comportanti o meno la costruzione di manufatti, deve essere preventivamente autorizzata dal Comune. Sono comprese nelle aree comunali anche i tratti di strade statali, regionali o provinciali situate all’interno del centro abitato  (art. 2, comma 7, del D.Lgs. n. 285/1992, e s.m.i.).

L’occupazione di spazi ed aree pubbliche, del sottosuolo e del soprassuolo stradale con condutture, cavi ed impianti in genere, anche se in via provvisoria, è concessa nel rispetto delle norme e dei regolamenti speciali vigenti in materia, nonché a specifiche prescrizioni a seconda del tipo di occupazione.

Le occupazioni di suolo pubblico sono permanenti o temporanee. Sono permanenti le occupazioni di carattere stabile, la cui durata, risultante dal provvedimento di concessione, non sia inferiore all’anno. Sono temporanee le occupazioni la cui durata risultante dall’atto di concessione, è inferiore all’anno e possono essere giornaliere, settimanali, mensili o comunque periodiche.

Qualsiasi occupazione di aree o spazi 3 è assoggettata ad apposita preventiva concessione comunale rilasciata dal Servizio competente su domanda dell’interessato.

La domanda deve contenere:

  1. nel caso di richiedente persona fisica o di impresa individuale, l’indicazione delle generalità, residenza o domicilio legale e del codice fiscale;
  2. nel caso di richiedente diverso da quelli indicati alla lettera a) precedente, la denominazione o ragione sociale, la sede legale e amministrativa, il codice fiscale, la partita I.V.A., nonché le generalità del legale rappresentante;
  3. l’individuazione specifica dell’area, della strada o degli spazi pubblici soprastanti o sottostanti la cui utilizzazione particolare è oggetto di richiesta;
  4. l’entità, espressa in metri quadrati o metri lineari, e la durata dell’occupazione oggetto del provvedimento amministrativo;
  5. l’uso particolare al quale si intende assoggettare l’area o lo spazio pubblico, il tipo di attività che si intende svolgere ed i mezzi con cui si intende occupare, la durata e la frequenza dell’occupazione oggetto del provvedimento amministrativo;
  6. la descrizione particolareggiata dell’opera da eseguire, se l’occupazione consiste nella costruzione e mantenimento sul suolo pubblico di un manufatto;
  7. l’impegno del richiedente di sottostare a tutti gli obblighi e alle disposizioni contenute nel presente regolamento nonché ad eventuali cauzioni e prescrizioni che si ritenesse opportuno richiedere per la specifica occupazione;
  8. la sottoscrizione da parte della persona fisica interessata o, nel caso di persona giuridica, del legale rappresentante.

Le domande di occupazione di suolo pubblico devono essere presentate, almeno dieci giorni prima dell’inizio dell’occupazione, per le occupazioni temporanee; almeno trenta giorni prima dell’inizio dell’occupazione, per le occupazioni permanenti.

Tempi

Le domande di occupazione di suolo pubblico devono essere presentate, almeno dieci giorni prima dell’inizio dell’occupazione, per le occupazioni temporanee; almeno trenta giorni prima dell’inizio dell’occupazione, per le occupazioni permanenti.

Costi

  • Canone stabilito con delibera giuntale annuale

A chi rivolgersi

Telefono:

0499697951

Email:

tributi@comune.piazzola.pd.it

Orari di apertura:

  • Lunedì - Mercoledì: 8.30 – 12.30 + 15.30 - 18.00
  • Martedì - Giovedì - Venerdì: 8.30 – 13.00
  • Martedì - Giovedì: su appuntamento

Ultimo aggiornamento:

23/04/2018
Approfondimenti

Normativa:

Documentazione da presentare

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Tributi (Responsabile: Montecchio Fabio )

Responsabile del procedimento:

Dettagli Procedimento

Modalità avvio:

Ad istanza dell'interessato

Conclusione procedimento:

Provvedimento espresso

Rilevanza SUAP:

No